MSO 2020

Le Mind Sports Olympiad 2020, per ovvie ragioni, migrano ONLINE; non sarà certo la stessa cosa, ma magari potrebbe essere l’occasione per estendere la platea dei partecipanti. Ecco qui il messaggio originale degli organizzatori. L’unica alternativa era la cancellazione dell’evento, quindi accontentiamoci e cerchiamo di capire il grande sforzo che stanno facendo.

“I’d like to start this post wishing everyone good health. The Coronavirus has created enormous challenges but it’s also reminded us just how precious life is, and that we are all interconnected in a more global world than ever before. As we begin to reemerge towards a new normal, we’re seeing that most large gatherings this year are being canceled or postponed. Although we won’t be hosting MSO this year in London, we’ve decided that this is a great opportunity to hold this year’s Olympiad online. We are currently working on this year’s program and will announce dates and events soon. Stay tuned.”


VAI AL SITO UFFICIALE DELLE MSO

Ecco il programma definitivo, con gli eventi online spalmati dal 1° al 30 agosto.

PROGRAMMA DEFINITIVO

E di conseguenza ecco anche il programma di Dario De Toffoli:

Ma c’è un po’ di fermento, oltre alla solita “vecchia guardia” pare che questa edizione online sia attirando l’attenzione di nuovi giocatori delle varie discipline… prossimamente su queste pagine.

Intanto Piero Nabendu Zama e Daniele Ferri hanno aperto una pagina Facebook:
Mind Sports Olympiad 2020 – Italian Team

E il 16 luglio parleremo in diretta di esperienze olimpiche, nel corso delle trasmissioni dell’Archivio Italiano dei Giochi.

CRONACHE DAI TAVOLIERI

ONLINE – 1-30 agosto 2020
Mind Sports Olympiad XXIV

1 (De Toffoli) - 31/7
Ci siamo, anche quest’anno!
Niente Londra, ovviamente, ma le Mind Sports Olympiad partono lo stesso. Online. La bellezza di 90 eventi distribuiti dal 1° al 30 agosto. Ok, certo, non sarà la stessa cosa, ma cerchiamo di guardare anche al lato positivo: molti più giocatori avranno la possibilità di partecipare.
Ragazzi, ma che casino! Un povero senior come me che si deve impratichire di millanta diverse piattaforme… ma come si fa! Avrei dovuto allenarmi a molti giochi, ma il tempo non mi è bastato nemmeno per provare tutte le piattaforme.

Comunque in figura il programma definitivo e quello mio personale, vediamo se riuscirò a rispettarlo.
Con me i soliti “moschettieri” Riccardo Gueci, Piero Zama e Daniele Ferri, ma ci saranno anche Cosimo Cardellicchio, Piero Modolo, Umberto Rosin e numerosi altri nuovi giocatori che imparerete a conoscere nei prossimi giorni. Ve li presenterò via via che compiranno qualche impresa.

Domani si comincia con Catan, ma Catan Universe è davvero la piattaforma più incasinata e mal-funzionante di tutte, ho idea che succederanno un bel po’ di casini. Molti giocatori che conosco hanno rinunciato, ma io ci voglio provare comunque: ho o non ho una reputazione da difendere? Che diamine!

A livello internazionale Ankush Kahndelwal, Andres Kuusk, James Heppel e gli altri super-campioni del Pentamind sono pronti e ben agguerriti a difendere i loro titoli; anzi ieri sera abbiamo fatto una bella chiacchierata tutti insieme (https://www.facebook.com/watch/?v=598864077496618).
Ma non sarà facile e non si possono fare troppe previsioni, perché ho idea che molti tornei saranno “infestati” 🤨 (dai, scherzo!) da super-specialisti maestri di uno specifico gioco. Insomma, prevedo guai per i combinatisti… ma se dovessi puntare per la vittoria finale, malgrado tutto punterei ancora su AK & AK (che poi se la volessimo traslare in termini pokeristici AK li vorrei avere in mano spesso… sebbene ci sia chi li interpreta come “Anna Kournikova, bella da vedere ma non vince niente”, e infatti si chiamano anche “Big Slick”).

Boh, vediamo che succede.
Stay tuned.


2 (De Toffoli) - 1/8
Dunque ieri è cominciata, col torneo di Catan. E sono soddisfatto di avercela fatta (a partecipare, intendo) perché ho dovuto macinare un’infinità di novità tecnologiche. Non solo si giocava su Catan Universe (piattaforma assai instabile) aprendolo su Steam dopo aver acquistato gettoni d’ori coi quali acquistare la versione base del gioco con la possibilità di torneare; ma il tutto era gestito su Discord, con annessi check-in, lobby, brackets, table, table voice, result submission, taking screenshot… e una volta trovati gli avversari si andava insieme su CU e si costruiva un Custom Game. Alla mia età, riuscire a iniziare la prima partita senza incidenti è stato come vincere una Caccia al tesoro. Tutto adesso andrà in discesa, perché Catan era senza dubbio il torneo più incasinato!

E poi è cominciato alla grande, con una bella e netta vittoria. Poi nella seconda partita trovo un avversario italiano, Alessio Salzano, che facendo correttamente il suo gioco mi ha letteralmente annichilito lasciandomi in mutande con una carta Monopoly giocata con vena assassina 😜. La terza non so, forse ho sbagliato qualcosa? A me pare di aver avuto sfiga, ma sarebbe interessante ripercorrere e analizzare la partita… chissà se avrei potuto fare meglio. Mezzora ad aspettare se mi ero qualificato per i quarti di finale (ultimi 64) e alla fine… sì, 58°, e va ben, giochiamo ancora anche se si va oltre mezzanotte! Però, niente semifinali. Ma sono ancora vivo dopo questa faticaccia. Giocare Catan online chiacchierando in inglese e con poco tempo a disposizione, non è proprio facile… mi accontento e posto lo score della prima partita, che mi tira su il morale.👹