MSO 2022 LIVE

30th August 2022

For the 6th time Senior World Pentamind Champion!
And 6th in the overall ranking, with 8 medals (5/1/2), ahead of incredible players I thought I couldn’t beat anymore. In the podium with me Riccardo Gueci and Piero Zama: three old Italian men proved (with their 207 years and 21 medals) that the is no age limit to enjoy playing and competing against the best players in the world.
Andres Kuusk, from Estonia, won the Pentamind for the 5th time, ahead of Maciej Brzeski and Ankusk Khandelwal.
Italy was 2nd as a country with an astonishing result of 36 medals (13/7/16).
Much more detailed chronicles to follow soon… now a plane to catch.

Dario De Toffoli

19th August 2022

Here we are, after 3 difficult years the MSO are back live, from 21 to 29 August 2022, in the usual JW3 venue in London.
And we’ll be there!
In fact, Italy will participate with a real team, perhaps the most competitive they have ever fielded.
There will be the three relentless old men who are not yet ready for the hospice and will try to compete in as many tournaments as possible: obviously I’m talking about myself, Riccardo Gueci and Piero Zama.
Daniele Ferri will be present to manage his beloved Vegetables and to reaffirm his supremacy in the Rummikub.
There will be Andrea Muzii, super champion of Memory, perhaps accompanied by other exponents of the newborn Italian school.
The abstract specialists, Francesco Salerno and Maurizio De Leo will be present.
There will be Paolo Ciuccatosti with his team of “eurogamers”: Stefano Teatini, Alessandro Calamida, G. Aprea and Eleonora Sisci.
And maybe others will add on later!
In short, without flattering ourselves, there are reasonable hopes for a good haul of medals.
In the meantime, here is the program, registrations will open shortly and – hopefully – the modalities of each individual tournament will be communicated.

Dario De Toffoli

ITALIAN PLAYERS MEDAL TABLE
N. NAME GOLD SILVER BRONZE TOTAL
1 Dario De Toffoli 5 1 2 8
2 Riccardo Gueci 2 2 4 8
3 Piero Zama 2 0 3 5
4 Daniele Ferri 1 1 0 2
5 Paolo Ciuccatosti 1 0 2 3
6 Francesco Salerno 1 0 0 1
7 Stefano Marchetto 1 0 0 1
8 Maurizio De Leo 0 2 6 8
9 Cosimo Cardellicchio 0 1 0 1
10 Daniele Vergine 0 0 2 2
11 Stefano Cavicchi 0 0 1 1
TOTAL 13 7 20 40

MEDALS BY EVENT

7 Wonders Duel
  Stefano Marchetto Italy
  Titouan Grolleau France
  David Pearce United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Abalone
  Vincent Frochot France
  David Pearce United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Maurizio De Leo Italy

Acquire
  Dario De Toffoli Italy
  Georg-Romet Topkin Estonia
  Ankush Khandelwal United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Backgammon Cumulative (best 5)
  Martyn Hamer United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Mahmoud Jahanbani Iran Islamic Republic of
  Dario de Toffoli Italy

Chess – Atomic
  Tim Hebbes United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Etan Ilfeld United States of America
  Riccardo Gueci Italy

Colour Chess WC
  Vasil Georgiev United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Alain Dekker South Africa
  Maurizio De Leo Italy

Continuo WC
  Matthew Hathrell United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Ricardo Jorge Gomes Portugal
  David Pearce United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Maurizio De Leo Italy

Cribbage Pairs
  Dario De Toffoli Italy
  Piero Zama Italy
  Kelda Smith United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Roella Smith United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Andrea Smith United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Paul Smith United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Cribbage Singles
  Piero Zama Italy
  Søren Jensen Denmark
  Gerald Jacobs United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Dominoes 5s & 3s
  Martin Thompson United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Marc Tastet France
  Piero Zama Italy

Draughts
  Mantas Janavicius Lithuania
  Tony Boyle United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Maurizio De Leo Italy

Hive
  Francesco Salerno Italy
  Alex Freeland United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Maurizio De Leo Italy

Memory – Marathon
  Ewelina Preś Poland
  Susanne Hippauf
  Daniele Vergine Italy

Memory – Overall Championship
  Ewelina Preś Poland
  Susanne Hippauf
  Daniele Vergine Italy

Mensa Connections
  Daniele Ferri Italy
  Matthew Hathrell United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  James Heppell United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Oware
  Seth Bonti-Asamoah United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Maurizio De Leo Italy
  Paul Smith United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Patchwork
  Matt Tucker United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Ricardo Jorge Gomes Portugal
  Maurizio De Leo Italy

Pentamind (Senior)
  Dario De Toffoli Italy
  Riccardo Gueci Italy
  Piero Zama Italy

Perudo (Liar’s Dice)
  Paolo Ciuccatosti Italy
  Maciej Brzeski Poland
  Alistair Hill United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Poker – 7 Card Stud
  David Jameson United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Riccardo Gueci Italy
  Martin Thompson United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Poker – Amateur Championship
  Riccardo Gueci Italy
  Dario De Toffoli Italy
  Ali SAFA United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland

Poker – London Lowball
  Dario De Toffoli Italy
  Tim Hebbes United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Riccardo Gueci Italy

Poker – Omaha
  Etan Ilfeld United States of America
  Alain Dekker South Africa
  Dario De Toffoli Italy

Poker – Texas Holdem
  Riccardo Gueci Italy
  Tim Hebbes United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Martin Hõbemägi Estonia

Puerto Rico
  Mike Dixon United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Emily Dixon United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Paolo Ciuccatosti Italy

Rummikub
  Dario De Toffoli Italy
  Titouan Grolleau France
  Piero Zama Italy

Stratego Duel WC
  Dimitrios Kosmopoulos Greece
  Søren Jensen Denmark
  Riccardo Gueci Italy

Stratego Classic
  Dimitrios Kosmopoulos Greece
  Søren Jensen Denmark
  Riccardo Gueci Italy

Trench WC
  David Pearce United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Andres Kuusk Estonia
  Madli Mirme Estonia
  Maurizio De Leo Italy

Twixt WC
  Florian Jamain France
  Cosimo Cardellicchio Italy
  Marc Tastet France

VEGEtables
  Natasha Regan United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland
  Daniele Ferri Italy
  Paolo Ciuccatosti Italy
  Stefano Cavicchi Italy

CHRONICLES FROM THE BOARDS

Mind Sports Olympiad XXVI
LONDON – 21th-29th August 2022

Most of texts are available only in Italian

1 (De Toffoli) - 20/8
Domani iniziano le Mind Sports Olympiad, di nuovo dal vivo dal lontano 2019. Io e Riccardo Gueci siamo già a Londra e una capatina alla Tate Modern ce la siamo fatta; sono in arrivo Daniele Ferri, Piero Nabendu Zama, Francesco Salerno (ma lui a Londra ci vive), Paolo Ciuccatosti, Maurizio De Leo, Cosimo Cardellicchio e forse altri. Insomma, uno squadrone… speriamo. Peccato per la defezione del grande Andrea Muzii… 3 ori sicuri nelle gare di memoria; cercheremo comunque di fare del nostro meglio.

Domani si comincia con Backgammon, altri con Stratego e Catan; alla sera Poker o Twixt o Scacchi. Non ci sarà certo da annoiarsi.

In queste pagine il programma degli italiani e via via cronache, medaglie e foto.
Nella foto “The operating room” un’opera di Lubaina Himid… noterete che stanno tirando un dado! Prendiamolo come un buon auspicio.


2 (De Leo) - 21/8
Cronache di domenica 21.
Sveglia alle 4 del mattino, perché in un momento di follia ho prenotato il volo da Milano alle 7. Dopo 2 ore di aereo e una di treno trovo il mio B&B e poi mi fiondo in sede di gara.
È troppo tardi per lo Stratego veloce, quindi mangio qualcosa.
Nel primo pomeriggio gioco lo Stratego completo per mancanza di alternative. Una sola vittoria contro David Pearce e un bye, su cinque turni.
La sera alle 6 c’è sia Twixt che Oware. Opto per quest’ultimo nonostante la presenza di un paio di giocatori di esperienza. Con un po’ di fortuna (pareggio 24-24 con Seth) vinco l’argento.
Top of the day: aver reincontrato Marco Faraci, Cosimo Cardellicchio e visto dal vivo Francesco Salerno per la prima volta.
Flop of the day: organizzazione rivedibile e costi alti.

3 (De Toffoli) - 22/8
Forse io e Piero Nabendu Zama siamo gli unici 2 italiani che giocano a Cribbage… ma gli inglesi nel doppio li abbiamo messi tutti in riga 😄. E Piero ha vinto l’oro anche nel singolo. Mitico!
Nei primi 2 giorni è successo di tutto, le stalle, le stelle e tanto altro… ora non ho fiato per raccontarlo, che ho un pokerino Pineapple che mi aspetta. A presto per ragguagli, per ora tenetevi la curiosità 😜.

4 (Gueci) - 22/8
1° giorno:
Inizio col botto con 1 Argento e 2 Bronzo!
In un’edizione che evidentemente risente in maniera palpabile della crisi internazionale (assenti gli usuali numerosi spagnoli e coreani), anche l’organizzazione inglese quest’anno si è fatta contagiare dall’andazzo generale. E questo nonostante l’importante sponsor, Asics, e il rispettabile spiegamento cinematografico del nuovo documentario che nell’occasione stanno girando.
Beh fra malumori generalizzati in realtà l’unico che non si può lamentare sono io, visto che ho vinto oggi 1 Argento e 2 Bronzo!
Bottino che il primo giorno non ho mai ottenuto, quindi, diciamolo, quest’organizzazione mi piace assai 😂😂
L’argento, la sera, è arrivato a Poker nel 7 card Stud, e mi è per un pelo sfuggito l’Oro, i 2 Bronzo sono arrivati nelle due specialità di Stratego, il Duel la mattina, e il Classic il pomeriggio.
Degli altri azzurri citiamo l’Argento di Maurizio Di Leo nell’Oware e l’Argento nel Twixt di Cosimo Cardelliccho.
A domani
5 (De Toffoli) - 23/8
Stalle o stelle?
Dal punto di visto dell’evento direi più “stalle”, diciamo che l’organizzazione non era impeccabile, anche se – dato il periodaccio – giustificazioni se ne possono sempre trovare. Se leggete il post di Riccardo Gueci, lui accenna qualcosa con più garbo di quanto forse ne avrei utilizzato io.
La mia disastrosa performance di ieri nel torneo di Backgammon agli 11 punti non ha aiutato a migliorare l’umore… gioco da quasi 40 anni e ne ho viste di tutte, insomma, ma non posso perdere a zero due partite di fila; pardon, sì posso!
Alla sera fuori presto anche nel 7-card stud.
Vabbè, primo giorno non pervenuto.
Intanto Riccardo Gueci parte col botto e si fa un baffo dei problemi organizzativi: si becca due bronzi nel tornei di Stratego e un argento nel 7-card (pur partendo con KK nascosti nella mano decisiva). Argento di Cosimo Cardellicchio nel Twixt, dietro allinarrivabile francese Florian Jamain. Argento anche di Maurizio De Leo nel torneo di Oware (che io ho saltato per il 7-card… mannaggia).
Intanto Piero Nabendu Zama accusa un malore, ma si ripresenta rinfrancato stamattina, talmente rinfrancato che va a vincere l’oro nel Cribbage singolo; nello stesso torneo io finivo ultimo, perdendo tutte le partite (sic!).
Nel pomeriggio gioco in coppia con Nabendu il torneo di doppio (sempre Cribbage) e andiamo a vincere anche quello. Grande Nabe che fa due ori e devo dire che l’oretto ha rinfrancato un po’ anche me.
Mi taccio sull’esito del poker di stasera (stile Pineapple).
Intanto i favoriti non deludono.
Il polacco Maciej Brzeski vince sial il Backgammon che gli Scacchi blitz e Ankush Khandelwal aggiudicandosi sia il Catan che gli Scacchi rapid. Sarà proprio una bella lotta al vertice… stanno arrivando anche Kuusk, Jameson, Heppel e altri.
Intanto voi… trovate l’errore nella foto| 😳🤓🤣

6 (Gueci) - 23/8
2° giorno:
Arrivano le medaglie d’Oro per Piero e Dario.
Il Cribbage, sia singolo che a coppie, è un gioco tipico britannico, quindi andare a vincere l’Oro in entrambe le discipline è una soddisfazione per noi azzurri non di poco conto.
Piero Zama il doppio protagonista vincente, Dario De Toffoli degno compagno vittorioso nel coppie.
Per il resto chi vi scrive registra un degno torneo di scacchi 25′ senza infamia e senza gloria, ma con un parterre di tutto rispetto e poi un torneo di Othello serale decisamente sottotono, vinto dall’ex campione del mondo il francese Tastet.
Mentre scrivo altri tornei sono ancora in corso e casomai (se qualcuno dei nostri brillerà) ve ne darò notizia domani.
La classifica del Pentamind di ieri mi era molto simpatica, ovviamente è durata l’espace d’un matin 🙂
A domani.

7 (Gueci) - 24/8
3° giorno:
Oggi giornata bronzea!
Ben 4 medaglie di Bronzo italiane hanno sancito oggi l’ottimo piazzamento azzurro nel medagliere per nazioni che ci vede al momento terzi.
Daniele Vergine ha incassato quello nel Marathon Memory, Maurizio Di Leo ben due, nella Dama “pool” (non chiedetemi cos’è perchè non ne ho idea) e nel Patchwork, infine chi vi scrive nell’Atomic Chess, una variante molto divertente degli Scacchi.
Infine medaglia di legno per Dario De Toffoli nel poker 5 card draw, dove invece sono uscito sesto quando mi ero illuso di poter ancora dire la mia.
Domani proveremo Vegetables, Rummikub e il London Lowball 🤞
Bye bye
8 (De Toffoli) - 25/8
Guys, I did it! Other 2 gold medals!
The 1st in Rummikub (one of my favorite games) with a score of 5/5; and then in Poker London Lowball. At the moment I’m leading the Senior Pentamind and I’m in the Pentamind top ten as well. For a minute I can forget my age and enjoy.
Ahead a more detailed report (in Italian).
———————————————–
Raga, l’ho fatta grossa! Ieri altri due medaglie d’oro!
Il primo a Rummikub (una dei giochi che prediligo) con uno score di 5/5 5 e poi a Poker nello stile London Lowball. Al momento sono in testa al Pentamind Senior e nella top ten di quello assoluto! Per un attimo posso dimenticare la mia età e godermela.

Martedì 23
Opto per il backgammon tutto il giorno, rinunciando a Kingdomino (sarebbe stato solo un passatempo, pronostico chiuso) e Mastermind (e qui sì che mi dispiace molto). Alla fine mi piazzo 3° ex-aequo ma per la maledizione del tie-break resto senza medaglia, beccandomi comunque un’ottantina di punti Pentamind. E mi ruga davvero un po’ perché ero finalmente ben concentrato; il rimpianto è quel rocambolesco gammon subito col dado a 2 post Crawford quando ero 1-away contro 4-away. Gioie e dolori di un gioco meraviglioso!
Alla sera poker 5-card draw, arrivo 4°; nella mano decisiva ho tenuto la coppia anziché tentare il colore e ho perso contro doppia… mentre il colore mi sarebbe entrato 🤷‍♂️.
Pioggia di bronzi intanto per gli altri italiani.
La maledizione del tie-break colpisce soprattutto Maurizio De Leo, che arriva 1° ex-aequo con altri due a Patchwork, ma si deve accontentare della terza piazza.
Nelle gare di memoria, in assenza del campionissimo Andrea Muzii, si fa onore il suo allievo Daniele Vergine, con un bronzo nella gara di “maratona” e terzo pure nella classifica generale.
Ancora bronzo per De Leo nella Dama “pool” e ancora bronzo al mai domo Riccardo Gueci nell’Atomic Chess, una variante scacchistica dove quando catturi un pezzo saltano anche tutti quelli adiacenti.

Mercoledì 24
Rinuncio al Vegetable e mi prendo la mattinata per rifiatare e arrivare fresco al Rummikub… e a conti fatti è stata una decisione saggissima! Nel torneo la spunta Natasha Regan, su Daniele Ferri, Bronzo ex-aequo per Paolo Ciuccatosti e Stefano Cavicchi.
Arrivo bello fresco al Rummikub, trovo lo scoglio più duro (aka Daniele Ferri) al primo turno, mi arriva una buona smazzata e riesco a non cascare nelle bellissime trappole che Daniele mi prepara per provare a ribaltare la situazione. Superato lui… il resto è discesa. Bronzo a Zama, che si sta appassionando al giochino.
Alla sera appunto l’oro al London Lowball con Gueci Bronzo; notare che Gueci è ora in testa alla classifica generale del campionato di poker, seguito proprio da me.
Infine ottimo Bronzo per Maurizio De Leo, che si arrende solo al campione del mondo, il francese Vincent Frochot e al mitico David Pearce.
Il medagliere è in continua evoluzione… ma al momento siam messi niente male con le nostre 18 medaglie (5/4/9).
E oggi il bellissimo Acquire e la sera – e non crollo prima – le famose “carotine” (Hare&Tortoise), che mi faranno perdere l’Omaha, il mio stile di poker preferito.

9 (Gueci) - 25/8
4° giorno:
Oggi gli Azzurri luccicano!
2 Oro, 1 Argento e 4 Bronzo il cospicuo bottino odierno.
Dario De Toffoli sul podio più alto a Rummikub e al poker serale, il London Lowball, Daniele Ferri conquista l’Argento nel suo gioco, il Vegetables, mentre il Bronzo va a Maurizio Di Leo nell’Abalone, a Piero Zama nel Rummikub, a Stefano Cavicchi e a Paolo Ciuccatosti ex-aequo nel Vegetables, e infine al sottoscritto nel London Lowball.
L’Italia così sale al secondo posto nel medagliere per Nazioni dietro ai soliti inglesi favoriti come al solito dalle gare in madre lingua.
Già appassionante la lotta per il Pentamind assoluto dove i soliti campioni sono già ai primi posti della classifica.
In testa al momento l’estone Andres Kuusk con 485 punti, davanti all’inglese Ankush Kandhelwal 477 e al portoghese Ricardo Jorge Gomes.
Nel Senior Dario De Toffoli ha preso nettamente la testa con 359, davanti all’inglese Peter Horlock 250 e a chi vi scrive 243.
Nelle classifiche dedicate registriamo al momento il primo posto di Maurizio Di Leo negli Astratti, il primo posto di Piero Zama nel campionato di informazioni imperfette, il primo posto nel Poker di me medesimo davanti a Dario De Toffoli, il quarto posto nel Backgammon sempre di Dario, e l’ottavo posto negli Scacchi ancora di chi vi scrive.
A domani.
10 (Cardellicchio) - 25/8
Fugace apparizione per me alle Mind Sport Olympiad che si stanno disputando in questi giorni a Londra, organizzati da Ethan Ilfeld. Ne torno con una medaglia d’argento per l’amato Twixt. Sicuramente avrei potuto giocare di più e meglio, ma troppi pensieri mi distraggono in questi giorni. L’argento è pur sempre un bel metallo, ma la cosa più bella è sicuramente l’essere tornati a giocare in presenza con i vecchi amici, dopo un periodo buio per la pandemia. Speriamo di ritrovarci ancora il prossimo anno, ancora più numerosi e con la mente più sgombra.

11 (Gueci) - 26/8
5° giorno:
Azzurri dorati!
Ancora un Oro per il nostro capitano Dario De Toffoli, ad Acquire, ma anche per Daniele Ferri con il suo congeniale Mensa Connection (conosciuto in Italia col nome di Geniale).
Altro Bronzo sempre per Dario ad Omaha e un altro anche per Piero Zama a Dominoes 5-3.
Chi vi scrive ha riportato solo un quinto posto a Blokus, male nel resto.
Nel Pentamind assoluto conduce sempre Andres Kuusk con 488 davanti ad Ankush Khandelwal 485, ma appena aggiornano i punteggi ufficiali Dario De Toffoli forse salta in terza posizione!
Alla faccia degli anni che passano 😊
Nel Pentamind senior ovviamente il capitano azzurro ha già praticamente messo in cassaforte l’Oro finale, mentre nella lotta per le altre due posizioni del podio, al momento il sottoscritto passa secondo davanti a Peter Horlock.
Da precisare che i punteggi delle varie classifiche vengono aggiornati con un certo ritardo poichè sono soggetti ai dovuti controlli.
A domani.
12 (Gueci) - 27/8
6° giorno:
Solo 1 Bronzetto.
Magro bottino azzurro oggi nella giornata meno ricca di tornei, vista la pausa serale e prima del giorno di riposo usuale di domani.
Non ci lascia a mani azzurre vuote Paolo Ciuccatosti, con un Bronzo a Portorico, dopo il Bronzo dell’altro giorno a Vegetables. Come debuttante qui a Londra non è male.
Carcassonne e Gomuko non hanno avuto storia davanti agli specialisti imbattibili, gli estoni nel secondo, e il portoghese pluricampione Ricardo Jorge Gomes nel primo.
Chi vi scrive non sa ancora come è andato il Chess Problem, ma confesso di non aver brillato un granchè visto che i problemi di matto in 2-3 mosse non li tollero molto tanto sono distanti dagli Scacchi giocati, invece mi sono molto divertito, a dispetto del risultato, a debuttare nel 3-Check Chess (vince chi riesce a dare per primo il terzo scacco), dove ho scoperto l’esistenza di una teoria delle Aperture, specie per le trappole, già consolidata.
Nel Pentamind tutto immutato al vertice, con l’unica novità dell’inserimento al quinto posto, ma non distantissimo dai primi, del nostro Dario De Toffoli.
Domani come detto, riposo, si riprende domenica.
Bye bye.
13 (De Toffoli) - 27/8
4th Gold in Acquire (lot of adrenaline in the final table!!!) and Bronze in poker Omaha, so now I’m far beyond my expectations; I fixed my goal at 400 Pentamind points and I’m already 455,97, leading the senior ranking and 5th in the overall ranking. I also lead the overall poker ranking. And Italy is 2nd in ranking as a nation. Wow… in this moment I feel much younger than I am.
Ahead a more detailed report (in Italian).

——————————————

4° Oro ad Acquire (con un tavolo finale veramente adrenalinico) e Bronzo a Poker Omaha, e così sono ben oltre le mie aspettative; il mio obiettivo erano 400 punti Pentamind e ora sono già a 455,97, in testa alla classifica dei senior e quinto in quella assoluta, in mezzo ai “mostri”. Sono anche in testa alla classifica generale del poker e l’Italia è seconda nella classifica per nazioni. Wow… quasi quasi vado all’anagrafe e mi faccio scalare una decina d’anni!

Giovedì 25 agosto
Tutto il giorno Acquire, veramente uno dei miei giochi preferiti e che mi serve per i vincoli di classifica che richiedono almeno due tornei “lunghi”. Torneo non troppo partecipato, ma ci sono tutti i più forti, Ankush Khandewal, Tim Hebbes e compagnia. Io sono testa di serie, ma al primo tavolo mi ritrovo nientepopodimeno che Andres Kuusk. Gira tutto male e finisco terzo per soli 400 dollari, peccato. Al secondo turno però vinco alla grande battendo il campione in carica Gerog-Romet Topkin e per una incredibile serie concatenata di risultati accedo come 4° al tavolo finale. Ankush è a 10 punti, Georg a 8, io e Tim a 6 (al tavolo si guadagnano 5/3/1/0 punti). Teoricamente posso ancora vincere, basta vincere la partita e fare in modo che Ankush non arrivi secondo… mission impossible, ma ci provo. Parto per quarto e mi è subito chiaro che la partita sarebbe in salita, pessima situazione. Pensa e ripensa, decido di giocarmi il tutto per tutto con una mossa pazza che scompagina la situazione, tanto, non ho nulla da perdere. Stupore generale e tutti a pensare a che fare. Beh, incredibilmente il mio azzardo ha funzionato, io vinco e il mitico Ankush finisce 4°. Sono a 11 punti a pari con Georg, ma io ho vinto il tavolo finale e l’oro è mio… assieme a 96 punti pentamind.
Nel frattempo il mai domo Daniele Ferri si guadagna l’oro a Mensa Connection (che sarebbe Genial) avendo la meglio su James Heppel e Piero Zama il bronzo al torneino di Domino 5s&3s.
Alla sera poker omaha (il mio stile preferito) e arrivo al tavolo finale con un monster stack col 75% di tutte le chips del tavolo; ma il poker dà e il poker prende… perdo 12 all in di fila, 10 dei quali da sopra e finisco 3°. Va bene così.

Venerdì 26 agosto
Si gioca solo di giorno, niente torneo serale. Io faccio Carcassonne, per puro divertimento, un bel torneo con molti specialisti davvero fortissimi. 5 vittorie su 9 turni, è stata una bella esperienza, un ottimo gioco che meriterebbe di essere approfondito.
Paolo Ciuccatosti intanto guadagna il bronzo a Puertorico… ci racconterà lui com’è andata.
Oggi riposo e poi gli ultimi due giorni di gara… con i fuochi d’artificio!

14 (Gueci) - 29/8
Sempre più stelle dorate.
Ancora medaglie d’Oro per l’Italia con Stefano Marchetto nel 7 Wonder Duel e col sottoscritto nel torneo di punta del poker, il Texas Holdem, che tra l’altro mi sancisce definitivamente vincitore nel campionato generale di Poker (con ulteriore Oro assegnato☺️).
Un Argento di Maurizio Di Leo nel Coulor Chess e un Bronzo di Dario De Toffoli nel Backgammon (8×3) completano l’ottima giornata azzurra.
Niente d’invariato nel Pentamind assoluto con Kuusk e Khandelval che conducono con punteggi invariati, mentre il polacco Macej si è inserito minaccioso al terzo posto.
Così come inattaccabile è il primo posto di Dario De Toffoli nel Pentamind Senior, dove però mi sono al momento piazzato al secondo posto, seguito da Piero Zama Nabendu.
Domani ultimo giorno con il rush finale per le classifiche definitive.
Il suspence resta comunque vivo perché in realtà tutto può succedere.
Vedremo.
Bye bye
Questa la classifica finale del campionato di poker:

15 (De Toffoli) - 30/8
For the 6th time Senior World Pentamind Champion!
And 6th in the overall ranking, with 8 medals (5/1/2), ahead of incredible players I thought I couldn’t beat anymore. In the podium with me Riccardo Gueci and Piero Zama: three old Italian men proved (with their 207 years and 21 medals) that the is no age limit to enjoy playing and competing against the best players in the world.
Andres Kuusk, from Estonia, won the Pentamind for the 5th time, ahead of Maciej Brzeski and Ankusk Khandelwal.
Italy was 2nd as a country with an astonishing result of 36 medals (13/7/16).
Much more detailed chronicles to follow soon… now a plane to catch.

16 (De Toffoli) - 31/8
Eravamo come dei bambini al parco giochi!
Come è finita, l’abbiamo già visto… ma anche negli ultimi giorni di gara sono successe tante cose interessanti.

Domenica 28 agosto
Ho giocato a backgammon, il torneo da 8 turni ai 3 punti (rinunciando a Ticket to ride) perché era quello con cui teoricamente potevo migliorare ancora il già insperato punteggio Pentamind (456,97). Son finito 3° ex-aequo, ma al solito senza bronzo per via del tie break. Il rimpianto è una partita persa con un simpatico Junior spagnolo che era veramente alle prima armi; con una vittoria in più avrei non solo vinto una medaglia, ma anche guadagnato una decina di punti Pentamind. Comunque son finito 3° nella classifica generale dei vari backgammon, pur non avendoli giocati tutti. Va bene così.
Nel pomeriggio opto per il Poker Texas Hold’em, rinunciando a malincuore al King’s Cribbage, sul quale nutrivo qualche speranza di podio; finisco in una decorosa 9a posizione, mentre tutta la scena se l’è presa un grandissimo Riccardo Gueci che con invidiabile impassibilità uno a uno ha fatto fuori tutti ed è andato a trionfare, mettendosi al collo un oro, dopo tanti bronzi e argenti. Grazie a questa prestazione è anche balzato in testa alla classifica dell’Amateur Poker Championship, con me al secondo posto: sempre belle le doppiette!
Intanto Maurizio De Leo guadagnava il podio a Colour Chess.

Lunedì 29 agosto
Fra Triolet e Perudo scelgo Triolet… ma mi va male, ne vinco solo 2 su 4. Forse sarebbe stato meglio Perudo, che invece è stato proprio un bel torneo con una quarantina di giocatori; se pensate che sia un giochino di pura fortuna… beh, vi sbagliate; era bellissimo guardare con quale intensità di pensiero procedevano via via alle loro dichiarazioni. E al tavolo finale – è stato emozionante anche solo guardarlo – arriva anche il nostro Paolo Ciuccatosti e quando sono rimasti in 3 si è dovuto misurare con nientepopodimeno che con il super polacco maciej Brzeski e l’estone Georg-Romet Topkin. Peccato non ci fossero le cineprese. Fuori Topkin nell’head up finale ha la meglio il concentratissimo Ciuccatosti, che con l’oro al collo sfodera sorrisoni che non gli avevamo mai finora visti. Notare che se Maciej avesse vinto, avrebbe vinto anche il Pentamind… Kuusk ringrazia!
Intanto Francesco Salerno straccia tutti al torneo di Hive, gioco nel quale è senza discussioni il più forte del mondo, con De Leo ancora Bronzo.
Nel pomeriggio torneone di Lost cities, dove scopro di essere testa di serie n. 1 (c’è una specie di ELO), ma chiudo con un anonimo 6,5/12; vince proprio Kuusk e quando aveva vinto 10 partite su 10 gli ho chiesto se avesse scoperto il segreto del successo. “Certo – mi ha risposto – basta avere in mano i 9 e i 10”. Anche spiritoso è!

Pentamind
Il podio in 3 punti! La spunta all’ultimissimo Kuusk con 489,49 su Brzeski (487,36) che non vince il torneo di Perudo e su Khandelwal (486,14) che non arriva 1° o 2° ad Agricola. Ho visto con i miei occhi il freddissimo Kuusk fare i salti di gioia – letteralmente – quando è giunta la classifica di Agricola.
Io sono 6° con 455,97, che mi valgono il primo posto del Senior, davanti a Riccardo Gueci (317,42) e Piero Zama (317,42); notare che solo 4 senior sono riusciti a soddisfare tutti i requisiti di qualificazione al Pentamind. Fra gli altri italiani abbiamo De Leo a 338, Ciuccatosti a 325, Salerno a 307, Ferri a 304 e Teatini a 255.

Italiani
Chi mi conosce sa bene che il concetto di patriottismo mi fa orrore (sarei per l’abolizione degli stati-nazione), ma che devo dirvi, mi piacciono le classifiche e vedere che il nostro gruppo si è classificato al secondo posto con ben 38 medaglie (13/7/18) dietro solamente alla Gran Bretagna, unica presente in massa (ma perché non UK? Boh, io questi inglesi non li capisco!), beh… mi fa proprio piacere.

17 (Gueci) - 1/9
Report finale:
Andres Kuusk vince il suo quinto Pentamind.
L’Italia seconda nel medagliere.
2 Oro, 2 Argento e 4 Bronzo il mio record personale.
Dai malumori del primo giorno, per un’edizione sotto tono, all’euforia dell’ultimo, per i successi sopra ogni previsione, il passo è stato così breve che non ci si ricorda più quali erano i malumori.
Ma andiamo in ordine d’importanza.
Per la quinta volta, eguagliando il record del mitico Demis Hassabis, l’estone Andres Kuusk vince meritatamente il Pentamind assoluto.
Al cardiopalmo la sua vittoria finale in bilico fino all’ultima mossa di Agricola o di Perudo dove nel primo torneo un rush finale poteva consegnare il prestigioso trofeo al Campione uscente, Ankush Khandelwal, e nel secondo torneo la vittoria poteva far primeggiare il polacco Brzesky Maceji, fresco vincitore del Gran Prix online.
Ma quest’anno il vento soffiava decisamente sull’Estonia e Ankush quindi non è arrivato sul podio ad Agricola e Brzesky ha solo sfiorato la vittoria a Perudo, distanziandosi dal vincitore rispettivamente di 3 e 2 punti, con il polacco dunque secondo.
Da citare il brillantissimo sesto posto assoluto di Dario De Toffoli grazie ai suoi ben 4 Oro ed altre 4 medaglie meno pregiate, mentre entrano nella Top 100 assoluta Maurizio De Leo (31°) specialista degli Astratti con ben 7 medaglie anche senza Oro, Paolo Ciuccatosti (33°) specialista degli Eurogames felice per il suo primo Oro a Perudo e altre 2 medaglie, il sottoscritto (36°) e ve ne parlerò dopo, Francesco Salerno (39°) con il suo Oro ad Hive dove è indiscutibilmente il più bravo, Daniele Ferri (41°) con 1 Oro e un’altra medaglia, Piero Nabendu Zama (42°) con 2 Oro e altre medaglie, Stefano Teatini (54°), Stefano Marchetto (56°) con 1 Oro, Alessandro Calamida (77°) e Bernardo Battistotti (87°).
Insomma un’incetta di metalli preziosi azzurri che ci hanno portato allo storico secondo posto nel medagliere per Nazioni, dopo i soliti padroni di casa, con 13 Oro, 7 Argento e 17 Bronzo.
Il Pentamind Senior come spesso accade da alcuni anni a questa parte è tutto italiano con Dario De Toffoli che lo vince per la sesta volta, secondo posto per chi vi scrive e terzo Piero Nabendu Zama (per la cronaca Nabendu è il cognome indiano che Piero si è fatto aggiungere all’italiano Zama già da molti anni).
Il Pentamind femminile è andato all’estone Midlie Mirne, mentre il Pentamind Junior pure all’estone Markus Ikla.
Insomma l’Estonia ha piazzato una tripletta senza precedenti interrotta solo da noi ‘vecchietti’ azzurri.
Personalmente, come ovvio, non posso che ritenermi soddisfatto per il record personale di medaglie: 2 Oro, 2 Argento e 4 Bronzo.
Il poker è stato il traino principale del mio bottino, con la vittoria nel Texas Holdem, il secondo posto nel 7 card Stud e il terzo posto nel London Lowball che mi hanno permesso di vincere l’Amateur Poker World Championship (dove Dario De Toffoli è giunto secondo), poi naturalmente l’Argento nel Pentamind Senior, inoltre i Bronzo ad Atomic Chess (una variante molto divertente degli Scacchi) oltre Stratego Classic e soprattutto Stratego Duel che chi mi segue ricorderà mi ha visto in passato prevalere nel mondiale per tre anni consecutivi.
Insomma una grande annata azzurra, specie poi per i più ‘vecchietti’ che misteriosamete hanno imboccato una seconda giovinezza 😂
Bye Bye

PHOTOS