Home Premio Archimede Edizione 2012

Edizione 2012

A MARCO POLO DI DANIELE TASCINI E SIMONE LUCIANI
IL PREMIO ARCHIMEDE 2012

COMUNICATO STAMPA

 

Il 29 settembre, presso l’Istituto d’Arte Guggenheim di Venezia, si è concluso il Premio Archimede 2012, organizzato da studiogiochi. Anche quest’anno l’evento ha avuto un grande successo ed è stato veramente un degno modo di ricordare e onorare Alex Randolph, il “Maestro” degli autori di giochi al quale il Premio è dedicato.
Il numero di prototipi partecipanti al concorso di quest’anno, provenienti principalmente dall’Italia, ma anche da numerosi altri paesi europei ed extraeuropei, ha battuto un nuovo record (ben 146 giochi registrati).
La mostra dei prototipi esibiva i 66 prototipi ammessi alle fasi finali: giochi di ogni tipo, di strategia e di fortuna, astratti e ambientati, semplici e complessi, tutti caratterizzati da idee nuove e originali, di un livello medio sorprendentemente alto.
Piena di suspense la cerimonia finale, con la proclamazione dei TOP 15 (i 15 giochi ammessi alla finalissima), la votazione della giuria internazionale e lo scrutinio in diretta.
Alla fine, con una rimonta emozionante, ha vinto MARCO POLO di Daniele Tascini e Simone Luciani, presentato dalla giuria con queste parole: “Nelle tracce del grande esploratore, bisogna riuscire a portare a termine i contratti più vantaggiosi, utilizzando al meglio i dadi per scegliere le proprie azioni.” Luciani inoltre piazza un gioco anche al secondo posto: ROMANESQUE (coautore Paolo Mori). A completare il podio Nestore Mangone con BEEKEEPER.
Ai primi 3 classificati è andato anche il tangibile incoraggiamento della Fondazione J.P. Halvah, creata dallo stesso Randolph con lo scopo di aiutare gli autori emergenti e consegnato dal Presidente della giuria Niek Neuwahl.
Da segnalare i premi speciali: la Menzione Sebastiano Izzo è stata assegnata a IL GIOCO DI NALA di Furio Honsell (il sindaco di Udine che ha portato il proprio saluto quale presidente di GioNa) e il Premio Focus Brain Trainer a TERRA4MARS di Giuseppe Roncari e LordMax.
Davvero encomiabile il lavoro svolto dalla qualificatissima giuria internazionale, presieduta da Niek Neuwahl e composta da Michael Bruinsma (Phalanx, Paesi Bassi), Bernd Brunnhofer (Hans im Glück, Germania), Silvio De Pecher (la tana dei Goblin, Italia), Dario De Toffoli (studiogiochi, Italia), Mauro Gaffo (Focus Brain Trainer, Italia), Uwe Molter (Amigo, Germania), Philipp Sprick (Ravensburger, Germania), Dieter Strehl (Piatnik, Austria), Albrecht Werstein (Zoch, Germania).
Preziosissimo è stato il lavoro della giuria preliminare (presieduta da Niek Neuwahl) composta da Giuseppe Baggio, Alfredo Berni, Leonardo Colovini, Carlo A. Rossi, Alessandro Zucchini e dello staff nell’organizzare il sito, la segreteria e la grafica (Giulia Franceschini, Giorgia Marchesin, Elisa Marzorati, Rossana Nardo, Dario Zaccariotto e Fabrizio Berger).
Si ringraziano l’Istituto d’Arte Guggenheim di Venezia, la Fondazione J.P Halvah ed il Musée suisse de jeu (dove verranno esposti i migliori finalisti) che hanno contribuito con studiogiochi all’organizzazione del Premio Archimede 2012; le aziende 999 Games, Amigo, Cartamundi, Hans im Glueck, Hasbro, IDG, La tana dei Goblin, Lego, Piatnik, Ravensburger, ScriBabs, Zoch; la rivista ufficiale del Premio Archimede 2012 Focus Brain Trainer; Ares, Clementoni, DVGiochi, Oliphante, Spielmaterial, per le scatole di giochi offerte come premi ai partecipanti della fase finale.

Classifica Premio Archimede 2012

1° classificato
MARCO POLO
di Daniele Tascini e Simone Luciani

2° classificato
ROMANESQUE
di Simone Luciani e Paolo Mori

3° classificato
BEE KEPER
di Nestore Mangone

4° classificato
FREE CLIMBING
di Luca Bellini

5° classificato
ANTICO
di David Zanotto

6° classificato
RUS
di Alessandro Saragosa

7° classificato
ACRI
di Cielo d'Oro

8° classificato
NECKAR
di Ciro Facciolli e Sara Rubino

9° classificato
WHO SLEEPS WON'T FISH
di Davide Rigolone

10° classificato
PORTO BELO
di Francesco Sciacqua

11° classificato

TEMPLE OF THE SUN
di Phil Harding

12° classificato

EDELWEISS
di Antonio Scrittore

13° classificato
DYUTHREE
di Bruno Sparpaglione

14° classificato
BUIO
di Luca Bellini

15° classificato
PIRATES TAVERN
di Jim Dratwa

Premio Speciale Carta Mundi
al miglior gioco di carte
BUIO
di Luca Bellini

Premio Speciale Focus Brain Trainer
assegnato dall'omonima rivista, partner ufficiale della manifestazione, per il gioco più adatto alla creazione di rompicapo su carta stampata
TERRA4MARS
di Giuseppe Carlo Roncari e Lord Max

Premio Speciale “Sebastiano Izzo”
al gioco che più sarebbe piaciuto a Sebastiano Izzo, il nostro indimenticato “compagno di giochi” che amiamo ricordare ad ogni edizione
IL GIOCO DI NALA
di Furio Honsell

Premio Speciale IDG
per il miglior gioco creato interamente da un esordiente, ovvero un autore che non ha ancora mai pubblicato alcun gioco
ANTICO
di David Zanotto

COMUNICATI

____________________
11 SETTEMBRE 2012

Ci siamo! Tra pochi giorni, sabato 29 settembre si svolgerà la cerimonia di consegna del Premio Archimede 2012 per giochi da tavolo inediti. Hanno partecipato 146 prototipi di autori italiani e internazionali. Alla fase finale sono stati ammessi 66 giochi e fra questi ne verranno ulteriormente selezionati una quindicina per la valutazione finale della giuria internazionale.

SABATO 29 SETTEMBRE 2012
VENEZIA – AULA MAGNA – ISTITUTO D’ARTE GUGGENHEIM

11:00 Apertura della reception: informazioni generali
Ritiro dei prototipi non ammessi alla finale
Ritiro dei diplomi dei 66 finalisti
11-15 Mostra di tutti i giochi ammessi alla fase finale del concorso
Gli autori dei giochi (ammessi e non ammessi) potranno incontrare il portavoce della giuria (Leo Colovini) e gli altri giurati per ricevere commenti e suggerimenti in merito alle loro creazioni
15:00 Ricordo di Alex Randolph
15:30 Nomination dei 15 giochi finalisti
Saluto di Furio Honsell, presidente di GioNa e Sindaco di Udine
16:00 Votazione e scrutinio in diretta
Segnalazioni e premiazioni
18:00 Ritiro dei prototipi restanti presso la reception
20:00 Festa di chiusura – Rinfresco/Cena a buffet

Non mancate: è un’occasione irripetibile per conoscersi, confrontarsi, fare esperienza e soprattutto diventare amici!

____________________
28 AGOSTO 2012

Finalmente ci siamo! Dopo un lungo e attento lavoro, la giuria ha reso pubblica la lista dei giochi ammessi alla fase finale del concorso! Su 146 partecipanti sono 66 i prototipi che hanno superato la severa selezione della giuria:

Acri (Cielo d’oro)
Antico (David Zanotto)
Arena Fight (Walter Ferrini, Edoardo Panzeri, Alessio Ferrini)
Atlantide (Marco Pozzi)
Beekeeper (Nestore Mangone)
Bononia (Gabriele Bubola)
Buio (Luca Bellini)
Cruz (Koshu Takahashi)
Cursus Honorum (Fabrizio Angeletti)
Dyuthree (Bruno Sparpaglione)
Ecclesia (Luca Mulazzani)
Edelweiss (Antonio Scrittore)
Escalation! (Pierluigi Taddei, Giampaolo Grieco)
Estimo (Franco Marchiori)
Fito (Robert Korzeniowski)
Fosaca (Antonio Ceccarelli)
Free Climbing (Luca Bellini)
Fruit Jammin’ (Enrico Feresin)
Greenhorn (Robert Korzeniowski)
Human Pyramid (Fabrizio Angeletti)
I am a king bee (Carlo Emanuele Lanzavecchia)
Il consiglio dei Dogi (Luca Morigi, Pier Damiano Bandini)
Il gioco del palio (Nicola Montagner )
Il gioco di Nala (Furio Honsell, Paolo Munini, Flavio Rigo)
Il sistema (Francesco Saverio Salonia)
La banda del buco (Luisa Cognetti, Francesco Cognetti)
Legami pericolosi (Fabio Chiarello)
L’elezione del Doge (Paolo Gallina)
Let’s have a party (Giuseppe Di Giovanni)
Marble Colosseum (Hiroaki OTA)
Marco Polo (Daniele Tascini, Simone Luciani)
Memory x3 (Simone Cuicchi)
Mitiko (Gianluca Merli e Carlo Casagrande Raffi)
Moonphase (Francesco Frittelli)
Neckar (Ciro Facciolli, Sara Rubino)
No way out (Enrico Feresin)
Olimpiocchio (Paolo Agrippino)
Oulala! (Gabriele Bubola)
Per fare un albero (Alberto Segale, Marco Montanari)
Pirates tavern (Jim Dratwa)
Plus&Minus (Cielo d’oro)
Porto Belo (QMAM: Francesco Sciacqua, Teodoro Mitidieri, Pietro Rubolino)
Ready to rock (Tommaso Bonetti)
Rintocchi di mezzanotte (Stefano Tascone, Giandomenico Martorelli)
Risc! (Davide Maria Luigi Varni)
Romanesque (Simone Luciani, Paolo Mori)
Rus (Alessandro Saragosa)
Sacro Romano Impero (David Zanotto)
Serengeti (Antonio Scrittore)
Sesta Estinzione (Alessio Baldini, Francesco Acquaviva, Massimo Spiga)
Shooter (Marco Franchin)
Space explorer (Pier Damiano Bandini)
Space gems (Carlo Emanuele Lanzavecchia)
Stress (Agnese Minuto, Giulia Delmonte)
Style (David Zanotto)
Tale of tails (Urustar srl: Federico Fasce, Marina Rossi, Lorenzo Pigozzo)
Temple of the sun (Phil Walker-Harding)
Terra4Mars (Giuseppe Carlo Roncari, LordMax)
Tohunga (Alberto Vis)
Tolomeo (Diego Allegrini)
TirenLup (Furio Ferri)
Tribe war (Alessandro Saragosa)
Villaggio (Marco Franchin)
Wellsfargo (Antonio di Cecco)
Wherewolf? (Carmelo Massimo Tidona)
Who sleeps won’t fish… (Davide Rigolone)

In bocca al lupo a tutti e vi aspettiamo numerosi per la finalissima il 29 settembre presso l’Istituto d’Arte Guggenheim di Venezia (vedi mappa)!

 

____________________
19 GIUGNO 2012

146 giochi al Premio Archimede 2012: è record!

Abbiamo un nuovo record dei giochi iscritti al Premio Archimede 2012! I 146 giochi partecipanti di quest’anno, provenienti prevalentemente dall’Italia, ma anche da Germania, Francia, Polonia, Turchia,  Stati Uniti, Australia e Giappone battono il record di 141 prototipi del Premio Archimede 2010!
La giuria preliminare lavora già a pieno ritmo per scegliere quelli che saranno ammessi alle fasi finali. Si tratta di un compito difficile e per certi versi ingrato, perché la qualità media dei giochi è molto alta e bisognerà fare delle scelte dolorose.
I finalisti saranno esposti presso l’Istituto d’Arte Guggenheim di Venezia che ha sede nell’antico convento dei Carmini, vicino a Campo S. Margherita, a pochi minuti da Piazzale Roma e dalla Stazione Ferroviaria.
Vi aspettiamo tutti sabato 29 settembre per la cerimonia e gli incontri con la giuria presso l’Istituto d’Arte Guggenheim di Venezia (Dorsoduro 2613, 30123 Venezia – tel: 041 5209189).

Istituto d'arte 1.jpg
L’aula Magna dell’Istituto d’arte, dove si terrà la premiazione finale

 

Istituto d'arte 3.jpg
Il chiostro dell’Istituto d’arte di Venezia

____________________

21 GIUGNO 2011
Dopo il grande successo dell’edizione 2010, è finalmente online il bando del Premio Archimede 2012, il concorso biennale internazionale per giochi inediti di autori dilettanti.
Lo scopo principale della manifestazione, giunta alla sua dodicesimoa edizione, è consentire agli autori di fare esperienza e confrontarsi tra loro e con i professionisti della giuria; e gli eccezionali risultati, soprattutto dell’ultima edizione, ci incoraggiano ad andare avanti.
Sempre più bravi gli autori, sempre più giochi del Premio Archimede pubblicati o in via di pubblicazione!
Per quanto riguarda i giochi dell’edizione 2010, sono già 6 i giochi sono sotto contratto e in corso di pubblicazione: Aquileia (2010), Builders of Egypt (2010), Cacao (2010), Castles (2010) Crazy race (2010), Drop Site (2010).

L’edizione 2012 in breve

• Il Premio sarà dedicato al grande Alex Randolph, che ne è stato presidente per le prime 7 edizioni.
• Il Premio godrà del patrocinio della fondazione J.P. Halvah, fondata dallo stesso Randolph e presieduta da Herbert Feuerstein. La fondazione offrirà un contributo di €3.500 ai vincitori (da spendere entro il 30 aprile 2013), sotto forma di viaggi di studio, stages, contributi alla pubblicazione, etc.
• Il Premio avrà la collaborazione del Musée Suisse du Jeu (Museo Svizzero dei Giochi) che organizzerà un’esposizione con tutti i giochi finalisti.
• La cerimonia finale si svolgerà il 29 settembre 2012 a Venezia (i dettagli nei prossimi giorni).
• Ci saranno due giurie, una incaricata della selezione iniziale, ed una della votazione finale nell’ambito della rosa proposta dalla prima giuria. Presidente delle giurie è confermato l’olandese Niek Neuwahl.
• Oltre al Premio Archimede, la giuria assegnerà la menzione speciale Sebastiano Izzo, il Trofeo Speciale Carta Mundi per il miglior gioco di carte e il Trofeo Speciale IDG per il miglior gioco creato interamente da un esordiente, ovvero un autore che non ha ancora mai pubblicato alcun gioco.
• Tutti i finalisti riceveranno numerosi giochi offerti dagli editori che sponsorizzano il premio, materiali per prototipi e codici sconto offerti da Spiel-material.de.
• Rivista ufficiale della manifestazione è Focus Brain Trainer.

BANDO

Il PREMIO ARCHIMEDE 2012, bandito da studiogiochi, ha per tema l’ideazione di un gioco da tavolo inedito.
Il Premio, dedicato al grande Alex Randolph, che ne è stato presidente per le prime 7 edizioni, ha finora consentito a più di 30 autori di coronare il sogno di vedere pubblicato il proprio gioco. Grande successo e grande attesa in particolare per i giochi della scorsa edizione, 6 dei quali sono già in via di pubblicazione presso celebri editori internazionali.
La partecipazione è aperta a tutti, senza limiti di residenza o di età. Gli autori possono partecipare in maniera singola o in gruppo.
Il Premio gode del patrocinio del Comune di Venezia e viene organizzato con il supporto della fondazione J.P. Halvah, creata dallo stesso Randolph e presieduta da Herbert Feuerstein, che offre un contributo di € 3.500 ai vincitori (da spendere entro il 30 aprile 2013), sotto forma di rimborso di qualsiasi spesa legata al gioco.
Con l’occasione vi sarà una commemorazione di Alex Randolph. Rivista ufficiale della manifestazione è Focus Brain Trainer.
Il Premio avrà la collaborazione del Musée Suisse du Jeu (Museo Svizzero dei Giochi) che organizzerà un’esposizione con i giochi finalisti. Tutte le aziende che collaboreranno alla manifestazione riceveranno informazioni sui giochi partecipanti ed avranno occasione di visionarli.

Per concorrere, compilate in tutte le sue parti il modulo di partecipazione ed inviate il prototipo entro il 31/05/2012 a:

PREMIO ARCHIMEDE 2012 c/o studiogiochi
S. Polo 3083
30125 VENEZIA

Al modulo di partecipazione va allegato un assegno o un vaglia postale di 25 euro a titolo di parziale copertura delle spese. Gli eventuali oneri doganali dovranno essere rimborsati dagli autori pena l’esclusione del gioco.
Studiogiochi si riserva il diritto di opzione sui giochi finalisti (vedi modulo di partecipazione).
Per il pagamento, allegare al regolamento un assegno non trasferibile intestato a studiogiochi o inviare un vaglia postale. Per ogni gioco ammesso sarà rilasciato un attestato di partecipazione, a testimonianza e certificazione della presentazione del gioco in quella data.
Oltre al Premio Archimede, la giuria assegnerà la menzione speciale Sebastiano Izzo e altri riconoscimenti speciali, trofei e premi di categoria quali:
• Trofeo Speciale Carta Mundi per il miglior gioco di carte: Carta Mundi produrrà gratuitamente 1.000 copie del miglior gioco di carte presentato al Premio Archimede e ne farà dono all’autore; il gioco dovrà consistere in 1 o 2 mazzi di carte e sarà prodotto con regole e astuccio; la grafica è offerta da Scribabs.
• Trofeo Speciale IDG per il miglior gioco creato interamente da un esordiente, ovvero un autore che non ha ancora mai pubblicato un gioco. I prototipi con autori multipli, se uno di loro avesse già pubblicato un gioco, automaticamente non potrebbero essere tra i canditati.
Tutti i finalisti riceveranno inoltre numerosi giochi offerti dagli editori che sponsorizzano il premio, materiali per prototipi e codici sconto offerti da Spiel-material.de.
www.spielmaterial.de offre anche uno sconto del 20% a tutti coloro che effettueranno un ordine di materiale per partecipare ad Archimede. Contattate la segreteria di Archimede x ricevere il codice necessario ad ottenere lo sconto.

Requisiti per la partecipazione
I giochi dovranno rispondere ai seguenti requisiti, nel caso contrario verranno esclusi dalle fasi finali.

Il gioco
– Deve essere originale ed inedito.
– La durata non può eccedere i 90 minuti.
Il regolamento
– Deve essere scritto in italiano e/o inglese e stampato.
– Deve essere chiaro e completo (contenente anche l’elenco dei materiali ed il numero dei giocatori) e la giuria non deve avere problemi nella sua interpretazione. Si consiglia di ricorrere ad esempi e figure.
– Non può eccedere le 10.000 battute.
– Un consiglio: Prima di spedirlo, fate provare il vostro gioco ai gruppi test facendo leggere loro il regolamento, senza intervenire in alcun modo nella spiegazione e nello svolgimento e state a vedere come funziona la partita! In questo modo avrete utili indicazioni su come perfezionare il gioco ed il regolamento.
Il prototipo
– Tutti i componenti del gioco, tavoliere incluso, devono essere contenuti in una scatola di cartone rigido sulla falsariga dei giochi normalmente in commercio. La scatola dovrà aprirsi facilmente, ma anche restare chiusa senza problemi. Deve essere comoda da riporre e trasportare: vanno quindi assolutamente evitati contenitori troppo grandi o troppo pesanti (indicativamente le dimensioni non dovrebbero eccedere 40x30x10 cm).
– Deve essere funzionale, deve cioè consentire alla giuria di giocare senza difficoltà. Ad esempio le pedine devono stare bene in piedi, le caselle devono essere di misura adeguata alla pedine, le carte non devono essere troppo sottili, i colori devono essere ben distinguibili, ecc.
– il gioco dev’essere il più possibile indipendente dalla lingua. Se fosse necessario del testo si raccomanda di utilizzare l’inglese per consentire anche ai giurati finali di giocare autonomamente.
– Non è necessario che sia realizzato come un prodotto finito, l’aspetto grafico sta in subordine alla funzionalità.
– Le componenti devono essere accuratamente confezionate e suddivise in modo tale da facilitare il più possibile i preparativi iniziali del gioco.
– Il tavoliere, se necessario, va piegato, in modo da poterlo sistemare nella scatola.
– L’organizzazione non è responsabile di smarrimenti o danneggiamenti dei prototipi durante la manifestazione.
Dati degli autori
Sulla scatola e sul regolamento vanno indicati titolo del gioco, cognome e nome, indirizzo completo, numero di telefono e indirizzo email dell’autore.
Modulo di partecipazione
Il modulo di partecipazione va compilato e firmato in tutte le sue parti e allegato a ciascun gioco.
Restituzione prototipi
Gli autori potranno ritirare i prototipi al termine della cerimonia finale; tutti i prototipi non ritirati non saranno rispediti.
Criteri di selezione dei giochi
La giuria giudicherà i giochi tenendo conto delle seguenti caratteristiche (in ordine di importanza):
– Originalità dei meccanismi di gioco.
– Giocabilità, equilibrio e funzionalità dei meccanismi.
– Divertimento.
– Interazione tra i giocatori.
– Pubblicabilità, ovvero la possibilità che il gioco possa essere preso in considerazione dagli editori.
– Pertinenza dell’eventuale ambientazione.
– Qualità del prototipo.

GIURIA

Saranno operative due giurie separate entrambe presiedute da Niek Neuwahl:
• la giuria di selezione che assegnerà le menzioni speciali, sceglierà i giochi ammessi alla fase finale della competizione e, tra questi, i finalisti.
• la giuria finale che giudicherà in diretta i finalisti davanti al pubblico, in occasione della cerimonia finale, decretando così il vincitore e la classifica, nonché il vincitore dei trofei Carta Mundi e IDG.

Giuria di selezione
• Giuseppe Baggio
• Alfredo Berni
• Leo Colovini
• Andrea Ligabue
• Carlo A. Rossi
• Gianluigi Pescolderung (IUAV)
• Dario Zaccariotto
• Alessandro Zucchini

Giuria finale
• Michael Bruinsma (Phalanx, Paesi Bassi)
• Bernd Brunnhofer (Hans im Glück, Germania)
• Silvio De Pecher (la tana dei Goblin, Italia)
• Dario De Toffoli (studiogiochi, Italia)
• Mauro Gaffo (Focus Brain Trainer, Italia)
• Uwe Molter (Amigo, Germania)
• Philipp Sprick (Ravensburger, Germania)
• Dieter Strehl (Piatnik, Austria)
• Albrecht Werstein (Zoch, Germania)

Entrambe le giurie si avvarranno della collaborazione e consulenza di Fabrizio Berger, Giulia Franceschini, Giorgia Marchesin, Elisa Marzorati, Rossana Nardo.

HIGHLIGHT

GIURIA E STAFF

66 FINALISTI

MOSTRA

PREMIAZIONE

VIDEO

01 – Introduzione di Dario De Toffoli
02 – Comune di Venezia – Claudio Borghello
03 – Niek Neuwahl ricorda Alex Randolph
04 – Presentazione dei giurati e dei collaboratori
05 – Furio Honsell Presidente di GioNa e Sindaco di Udine
06 – Nomination dei 15 finalisti
07 – Premio Speciale Focus Brain Trainer
08 – Premio Speciale Sebastiano Izzo
09 – Votazione live
10 – Spoglio dei voti
11 – Consegna dei premi

PARTNER

Il premio Archimede 2012 è organizzato da studiogiochi in collaborazione con la fondazione J.P. Halvah e il Musée suisse du jeu

studiogiochi.JPG Halvah.JPG museo dei giochi.JPG

Con il contributo di:

ravensburger.jpg Zoch Logo.jpg Piatnik Logo.jpg Amigo-logo.jpg
999_Games_logo.jpg La tana dei Goblin.jpg Hasbro.jpg
hans-im-glueck.jpg InventoriDiGiochi.jpg cartamundi.jpg Scribabs.jpg

 

braintrainer.jpg
Focus Brain Trainer
rivista ufficiale del
Premio Archimede 2012

 

Ai partecipanti alle fasi finali verranno regalate scatole di giochi e materiali per prototipi offerti da:

Oliphante-logo.jpg clementoni new.jpg logo spielmaterial nuovo.jpg DV_Giochi_Logo.jpg Logo_Ares.jpg

MARCO POLO

Dopo aver vinto il Premio Archimede 2012, Marco Polo è stato pubblicato da Hans im Glück con il nome Auf den Spuren von Marco Polo, e si aggiudicato il Deutscher Spiele Preis 2015!

Sulle tracce del grande esploratore, bisogna riuscire a portare a termine i contratti più vantaggiosi, utilizzando al meglio i dadi per scegliere le proprie azioni.

Nella foto, il prototipo del gioco realizzato per il Premio Archimede 2012
Nella foto, il gioco pubbilcato da Hans im Glück

Vai alla pagina del gioco
Auf den Spuren von Marco Polo

IL GIOCO DI NALA

Il Gioco di Nala, di Furio Honsell, Paolo Munini e Flavio Rigo, Menzione speciale Sebastiano Izzo al Premio Archimede 2012, si sta rivelando un formidabile strumento di animazione.
Bambini e adulti ne sono attratti e vogliono cimentarsi.
Si tratta in sostanza di valutare con colpo d’occhio quante biglie vengono lanciate sul tavoliere: chi fa i “manifestanti” deve comunque dire un numero più alto del reale, chi fa i “poliziotti” un numero più basso. Vince chi si avvicina di più… stando però nel suo campo.

Una versione “dolciaria” ha proposto anche Dario Zaccariotto all’affollata piazza di Cremona durante la recente Festa del Torrone 2012: i torroncini sostituivano le biglie.
Il Gioco di Nala è stato voluto anche come passatempo serale al congresso di fondazione dell’Area Giochi della UISP, in molti hanno giocato e c’è stato anche un piccolo torneo che ha visto la vittoria di Ideo Montanari, il quale ha battuto in una combattuta finale il Presidente Erasmo Lesignoli: nell’ultima decisiva manche, Montanari in pochi secondi ha dichiarato come manifestante 215 biglie, che alla conta sono risultate essere 211. Vicinissimo e dalla parte giusta: bravo Ideo e a lui il titolo di 1° Campione UISP di Nala!
In altre parole sono sempre più convinto di aver fatto la scelta giusta nell’assegnare al Gioco di Nala il Premio Izzo (è un titolo che assegno io stesso per ricordare Sebastiano, scegliendo un gioco che, secondo me, lui si sarebbe divertito a giocare): sono sicuro che insieme ce la saremmo spassata!
E mi ha fatto anche molto piacere constatare che Sebastiano non è stato dimenticato nel mondo dei giochi. Proprio al congresso UISP, c’è stato il toccante intervento di Alessandro Pompa che lo ha ricordato con grande rispetto e ammirazione, fin dagli anni Ottanta, quando si occupava dell’Arci – Unione Giochi e della mitica rivista Contromossa. Grazie Alessandro!

Dettaglio dell’articolo sulla rivista Focus n. 242 (Dicembre 2012)