Home News Ultime notizie Interventi Intesa UISP-GioNa 2014

Intesa UISP-GioNa 2014

0

UISP GIONA.jpg

Il 17 aprile scorso è stato rinnovato alla Ludoteca di Udine il protocollo d’intesa fra la UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e GioNa (Associazione Nazionale Città in Gioco). Lo hanno firmato Vincenzo Manco, Presidente della Uisp e Furio Honsell, Sindaco di Udine e Presidente di GioNa.
Erano presenti anche Raffaella Basana (Assessora al Gioco del Comune di Udine), Paolo Munini (Direttore della Ludoteca), Dario De Toffoli (referente in GioNa dell’Area Giochi UISP) e rappresentanti delle strutture territoriali della UISP stessa.

Molto importanti le righe sulla prevenzione del gioco d’azzardo patologico con “iniziative di informazione volte a promuovere conoscenza e consapevolezza”.

GioNa http://www.ludens.it
Uisp http://www.uisp.it/nazionale
Udine http://www.comune.udine.it

17_04 protocollo uisp.jpg
Vincenzo Manco (UISP) e Furio Honsell (GioNa)  

 

Di seguito il testo completo del protocollo.


PROTOCOLLO D’INTESA TRA
ASSOCIAZIONE NAZIONALE CITTÀ IN GIOCO (GIONA)
E
UNIONE ITALIANA SPORT PER TUTTI (UISP)

Premesso che:
l’Associazione Nazionale Città in Gioco (di seguito GioNa):
– riunisce gli Enti Locali (Comuni, Province e Comunità Montane) che operano per lo sviluppo delle attività ludiche, s’impegnano per la tutela della qualità del gioco e delle risorse ludiche culturali e per il tempo libero, promuovono manifestazioni per la conoscenza dei giochi e dei giocattoli, stimolano la diffusione della conoscenza, della tradizione e della cultura del gioco, secondo i principi contenuti nel “Manifesto delle Città in Gioco”;

l’Unione Italiana Sport Per tutti (di seguito UISP)
– è riconosciuta, ai fini sportivi, quale Ente di Promozione Sportiva dal Consiglio Nazionale del CONI;
– è iscritta al Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale ai sensi e per gli effetti della legge 7 dicembre 2000, n.383;
– associa tutte le persone e soggetti collettivi che vogliono essere protagonisti del fenomeno sportivo attraverso la pratica diretta; promuove la funzione educativa dello sport sia nella crescita individuale che nella collettività; riconosce lo sport come diritto di cittadinanza e risorsa per l’integrazione; s’impegna alla promozione e alla diffusione – nello sport e, attraverso lo sport, nella vita sociale – di una cultura dei diritti, dell’ambiente e della solidarietà;  opera per il benessere dei cittadini e coopera con quanti condividono questi principi.

Preso atto che l’Associazione Internazionale delle Ludoteche (ITLA – International Toy Library Association) ha promosso, a partire dal 1999, la Giornata Mondiale del Gioco (World Play Day) che si celebra il 28 maggio, con lo scopo di promuovere il diritto al gioco e favorire la pratica del gioco quale importante fattore per il benessere e l’educazione delle persone;

Ricordato che in Italia la Giornata Mondiale del Gioco ha registrato l’adesione dell’Associazione Nazionale Città in gioco (GioNa), del Centro Internazionale Ludoteche (CIL), dell’Associazione Italiana dei Ludobus e delle Ludoteche (ALI per giocare);

Ricordato che l’art. 31 della Convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (redatta a New York il 20 novembre 1989 e ratificata dall’Italia con Legge 27 maggio 1991, n. 176) riconosce il diritto al gioco per tutti i minori;

Riconosciuta l’importanza fondamentale di una sana attività ludica, ricreativa e motoria per la formazione e lo sviluppo dell’individuo, in quanto fattore di socializzazione e aggregazione e straordinario strumento per migliorare la qualità della vita, capace di promuovere la partecipazione attiva e consapevole dei cittadini, di favorire e determinare relazioni positive tra le persone, di contribuire alla coesione e inclusione sociale, al benessere psicologico, stimolando comportamenti e stili di vita adeguati alla convivenza urbana;

Considerato che GioNa, tramite i propri soci, ha organizzato negli scorsi anni importanti e significativi eventi ludici in occasione della Giornata Mondiale del Gioco, ottenendo l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica nel 2007;

Considerato che l’UISP ha promosso, a partire dal 1999, l’evento denominato “Bimbinpiazza” con lo scopo di far vivere il territorio urbano ai bambini attraverso il movimento, inteso come gioco, avvicinarli allo sport educandoli ad uno stile di vita corretto e sano;

Preso atto che nel corso degli ultimi anni si sono registrate importanti e significative collaborazioni tra Uisp e enti locali soci di GioNa per la realizzazione congiunta di eventi e di altre iniziative (es.: Giornata Mondiale del Gioco, Udine, 28 maggio 2011; Ecorienteering, Udine, 6 ottobre 2012);

Considerata l’emergenza rappresentata dal fenomeno del gioco d’azzardo patologico, con gravi ripercussioni di carattere sociale e sanitario che investono tutta la comunità;

Tutto ciò premesso si conviene quanto segue:
(1) GioNa e UISP aderiscono alla Giornata Mondiale del Gioco proposta dall’ITLA, impegnandosi ad organizzare sul territorio nazionale manifestazioni ed eventi a carattere ludico-ricreativo e di promozione del diritto al gioco nell’ultimo sabato di maggio di ogni anno, o comunque nel periodo compreso tra il sabato precedente e la domenica successiva alla data del 28 maggio.
(2) La Giornata Mondiale del Gioco è finalizzata a sottolineare l’importanza del gioco quale:
– attività essenziale per l’educazione e lo sviluppo dell’individuo, in particolare nell’infanzia e nell’adolescenza;
– importante strumento di espressione culturale e possibile punto di incontro tra culture diverse;
– fattore di socializzazione, aggregazione e inclusione sociale;
– elemento di agio e benessere utile per il miglioramento della qualità della vita.
(3) I principi ispiratori della Giornata Mondiale del Gioco sono i seguenti:
– la gratuità: la partecipazione deve essere gratuita per tutti;
– il gioco per tutti: l’evento deve favorire l’incontro tra persone di età, genere e cultura differenti;
– il gioco sotto tutte le forme: l’evento deve considerare il gioco nelle sue molteplici forme: giocattoli, giochi di società, all’aperto, sportivi, tradizionali, videogiochi… e incoraggiare ogni altra iniziativa incentrata sul gioco (esposizioni, conferenze, dibattiti, …);
– giocare dappertutto: in questa giornata si deve favorire la pratica del gioco nei luoghi pubblici e privati, nelle istituzioni, all’aperto e in famiglia.

(4) GioNa s’impegna affinché i propri soci (Comuni, Province) organizzino, promuovano e favoriscano in tale occasione l’organizzazione di eventi ludici e ricreativi, anche in collaborazione con UISP.

(5) Uisp si impegna a promuovere la Giornata Mondiale del Gioco e a collaborare attivamente con gli enti locali per l’organizzazione di eventi ludici e ricreativi anche attraverso i propri Comitati Territoriali.

(6) GioNa e UISP si impegnano reciprocamente a promuovere e sviluppare iniziative comuni nel campo della promozione dei diritti, dell’educazione, della salute e del tempo libero volte a favorire il benessere dei cittadini, nel rispetto del principio di equità al fine di rimuovere le disuguaglianze sociali.

(7) GioNa e UISP si impegnano a contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo patologico con azioni di prevenzione, sostenendo iniziative di informazione volte a promuovere conoscenza e consapevolezza nei confronti del gioco d’azzardo e pratiche ludiche sane finalizzate a restituire al gioco la sua valenza sociale positiva.

Il monitoraggio e la verifica delle iniziative intraprese in attuazione del presente protocollo sarà effettuato con periodici incontri tra le parti da tenersi entro il mese di ottobre di ogni anno.

Il presente protocollo d’intesa, con decorrenza dalla data di sottoscrizione, ha durata fino a maggio 2017 e può essere, d’intesa tra le parti, modificato in ogni momento e rinnovato alla scadenza.

Letto, approvato e sottoscritto.

Udine, 17 aprile 2014

Per l’Associazione Nazionale Città in Gioco (GioNa)
Il Presidente Furio Honsell

Per l’Unione Italiana Sport Per tutti (UISP)
Il Presidente Vincenzo Manco