Home Giornalismo Giochi in TV

Giochi in TV

GIOCHI IN TV

“LET’S MAKE A DEAL”

 

Let’s make a deal
Let’s make a deal (Facciamo un affare) era un gioco televisivo Usa degli anni settanta. Lo conduceva Monty Hall, oggi noto come “Monty Hall puzzle”. Durante la trasmissione un concorrente si trovava di fronte a tre porte chiuse: una conteneva un’auto e dietro alle altre c’era una capra. Il concorrente sceglieva una delle porte, che restava chiusa. Poi il presentatore apriva una delle altre due e invariabilmente ne usciva una capra. Notare che Monty conosceva ciò che le porte celavano e ne apriva a colpo sicuro una che conteneva una capra; anche che la posizione dell’auto e delle capre non mutava durante la gara.
Ora Monty offriva al concorrente la possibilità di cambiare la sua scelta, cioè di optare per l’altra porta che era rimasta chiusa. Che cosa conveniva fare al concorrente? In America si accese un intenso dibattito, che durò per mesi; e alla fine risultò che la maggioranza… aveva torto! L’opinione prevalente dei telespettatori, supportata anche da docenti universitari di matematica (!), era che le due opzioni fossero equivalenti: essendoci a quel punto due sole possibilità, l’una e l’altra erano ugualmente probabili, perché la scelta iniziale non poteva influire sulla situazione finale. Sbagliato!
In realtà al concorrente conveniva cambiare la sua scelta. Quando sceglie la porta iniziale ha 1 probabilità su 3 di aver indovinato il premio. Dunque ci sono 2 probabilità su 3 che il premio sia dietro una delle altre due porte; in ogni caso ci sarà anche una capra e il fatto che il presentatore la faccia uscire non sposta i termini del problema. Dunque cambiando scelta il concorrente raddoppia le sue probabilità di ottenere il premio. In altre parole è come se all’inizio gli consentissero di scegliere due porte anziché una.