Home Attività Poker Poker giocato

Poker giocato

Qualche volta gioco anche, ma certo non è il denaro la motivazione principale che mi spinge.
Alle Mind Sports Olympiad infatti il denaro proprio non c’è: si gioca solo per la medaglia!
Le ISOP poi le ho scoperte per caso all’inizio del 2016 e il bello è proprio che le iscrizioni ai tornei sono contenute e di conseguenza i premi: insomma non circola troppo denaro.
Il poker resta quello che deve restare: un bellissimo gioco, forse il più completo di tutti.

La Nuova – 4 giugno 2016

LA NUOVA AVVENTURA ALLE ISOP 2017

Stagione più scialba della precedente, qualche ITM, ma niente acuti particolari.

Arrivo ai Campionati Italiani di maggio, tra i primi in classifica di Omaha e decido di puntare soprattutto su quello.

Qui per esempio l’immagine di un final table vinto poi alla grande dal “notaio” Grimaldi.

CAMPIONATO DEEP

Brucio il primo Omaha ma poi faccio un final table (TV) al Deep con 171 iscritti, finendo 5°, che è una posizione di tutto rispetto.

Questa la descrizione di Pokerfactor, della mano che mi è costata l’eliminazione (dopo che poco prima mi ero dimezzato perdendo con Q-Q contro 5-5):

Super rush di Armando Masci che diventa monster chipleader (oltre 7.000.000 rispetto ai 3.000.000 del più diretto inseguitore) dopo aver eliminato Dario De Toffoli: Apre Masci a 230.000 da ctg con 99, 3bet sul piccolo buio di Dario De Toffoli con AJ e call del rivale.
Flop A9Q, cbet 600.000, call Masci.
Turn J, push di Dario per 1.500.000 e snap call di Armando.
River 5 e si resta in 4.

TORNEI VARI

Gioco in modo insoddisfacente gli importanti tornei di Omaha e 6-max, dove non riesco a parare qualche indubbio brutto tiro che mi ha tirato la sfortuna (non credo di aver perso solo “i minimi”). Ok, capitolo chiuso, a Omaha finisco solo 5° nella classifica annuale.

Mi aggiudico uno dei 3 ticket per il Main Event in palio in un freeroll con circa 200 partecipanti; qui le chips erano poche e gli all in tanti… e sono stato davvero fortunato, vincendo più di un colpo “da sotto”.

Al main però trovo un Enrico Mosca in stato di grazia, che domina il tavolo sfruttando al meglio il suo “rush”: mi elimina con una scala al flop cui non avevo voluto credere, quando in mano avevo doppia.

CAMPIONATO GIORNALISTI

Nient’altro di rilevante fino al torneo Giornalisti, dove finisco runner up (2°), esattamente come lo scorso anno.

Nel video si può vedere la mano finale che mi ha condannato: con colore runner runner dovevo limitarmi a vedere i 15.000 di Paolo Emilio Pacciani? Potevo subodorare che pure lui avesse colore runner runner (e per giunta nut!)?

CAMPIONATO PRO

E veniamo all’ultimo torneo disputato, il torneo PRO, già vinto lo scorso anno.

Per una serie di circostanze organizzative, quest’anno si è trattato di un torneo poco partecipato, ma la qualità era molto alta, perché erano presenti tutti i primi della classifica generale , in lotta per un posto nel Team Italia che volerà a Las Vegas. Per capirci gente come Vecchi, Mosca, Scalzi, Zaric, Jacopek…

Ero finalmente davvero molto concentrato e sono riuscito a vincere, aggiudicandomi quindi il terzo braccialetto ISOP (raggiungendo Max Forti, l’unico altro giocatore con 3 braccialetti).

Alla fine del day1 restiamo in 3, con Camarda largamente in testa, vecchi a seguire e io in coda. Ma resisto. Fiuto un paio di trappole e faccio un paio di buoni fold, meglio poche chips che out! Poi comincia il recupero e col girare del vento divento assai più aggressivo, finché Camarda elimina Vecchi e restiamo in heads up; fiuto qualche trappolone e cerco di variare sempre il gioco perché l’avversario non possa mai indovinare la mia mano. E la situazione giusta mi capita con 7-4 di picche e al flop progetto di colore e scala. Qui la descrizione di Pokerfactor:

Il vincitore del Campionato Italiano Pro è Dario De Toffoli!
Dopo l’uscita in 3° posizione di Alessandro Vecchi il torneo si decide tra Salvatore Camarda e Dario De Toffoli.
La mano decisiva si apre con un miniraise a 20K di Salvatore con K5♣ cui risponde con un call Dario.
Su board K3♠6♠ esce in bet a 25K Dario e rilancia a 50K Salvatore. Chiama De Toffoli e si arriva al turn: 5. Qui Camarda punta 80K e Dario annuncia l’allin. Call di Salvatore che mostra la sua doppia. De Toffoli però con 7♠4♠ ha legato una scala che risulta il punto vincente dopo il river. Camarda, rimasto con pochissimi gettoni, viene sconfitto da Dario poche mani più tardi.

LA MIA AVVENTURA ALLE ISOP 2016

Non giocavo più a poker, perchè l’ambiente era diventato troppo professionale, troppo specialistico.

Poi nel gennaio 2016 – per puro caso – sono capitato al Casinò La Perla di Nova Goriça dov’era in corso la VI tappa del campionato ISOP (Italian Series Of Poker) 2015-2016.

Ho giocato e ho vinto un side (6-Max) da 103 iscritti. È stata una rivelazione.

Qui il poker è divertimento e non solo lavoro. I giusti stimoli, competizione seria ma con non troppi soldi, atmosfera amichevole, perfetta organizzazione e ottima accoglienza. Che altro si può chiedere?

Anche il Formato 6-Max mi è risultato congeniale. Così una volta al mese ho partecipato al circuito ISOP vincendo un altro 6-Max in aprile e aggiudicandomi “incredibilmente” il titolo di 6-Max Player of the year.

Premiazione a Dario De Toffoli Player of the Year 6-Max 2016
Intervista all’ISOP di febbraio 2016

Ringalluzzito da questi successi, ho partecipato anche a parecchi degli eventi del gran finale ISOP di maggio che assegnava 21 titoli italiani.
L’ho fatto per divertirmi, senza alcuna velleità particolare e anche perchè avevo ricevuto vari ticket di iscrizione in seguito alle vittorie precedenti. In realtà mi sono stupito dei risultati che ho ottenuto e mi sono divertito veramente tanto.
Ho collezionato un secondo posto e due vittorie.

Potete cliccare su ItaliaPokerClub per vedere tutti i risultati dei 21 Campionati.
Cliccate qui per consultare la classifica 6-Max Poy 2015-2016.

CAMPIONATO ITALIANO GIORNALISTI

Secondo posto dietro a Dario Massara di Sky e davanti a Daniele Mondini di Italia Poker Club. È stato divertente giocare nel tavolo televisivo. Qui sotto si può vedere la registrazione dell’intero tavolo finale, le carte e i commenti si attivano solo da quando siamo in sei giocatori.

CAMPIONATO ITALIANO OVER 50

Era cominciata molto male, tanto che ho fatto una reiscrizione nei primissimi livelli, ma poi gradualmente le cose sono cambiate e nel tavolo finale l’agressività ha pagato.

Intervista dopo la vittoria al Campionato Over 50

CAMPIONATO ITALIANO PRO

Day1 di questo Campionato Italiano Pro, che ha registrato 58 iscrizioni. 12 faticosissime ore di gioco per restare in 17, ma ce la faccio abbastanza bene: partito con 40.000 chips arrivo col 6° stack di 167.300, un 20% sopra media. Fatico, subisco un brutto colpo dal cinese Liwei Sun che mi lascia a 60.000 chips e resto il corto al tavolo insieme allo sloveno Mitja Rudolp. Resisto un po’, ma poi decido di fare azione, anche a costo di venire eliminato. Qualche rilancio coraggioso, salgo a 75.000 e poi mi trovo a scontrarmi proprio contro Mitja, che ne ha 70.000. Bui 1.500-3.000, rilancio con A♥4♦, tutti passano tranne lui che vede da BB. Al flop 2♠2♥4♠, lui check, io bet 10.000 e lii call; al turn 5♠ lui check, io 18.000 e lui all in 56.000. Che cosa dovevo fare? Passare e restare il cortissimo del tavolo con 40.000 chips? Forse sì… ma io ho calcolato (forse sbagliando) di avere un 35% di possibilità di aggiudicarmi il piatto e ho preferito rischiare. Gli ho dato: – 15% che abbia un 2, tipo A-2 o K-2, (mi sembrava strano un call da corto con un 2); in questo caso lui ha il 90% – 15% che abbia un 4 e che mi creda in bluff (ha appena commentato come “coraggiose” alcune mie puntate); in questo caso ho io il 90% – 20% che abbia due overcard e stia puntando perché non crede al mio punto (io favorito) – 5% colore a picche (lui al 90%) – 45% che abbia una coppia più alta (lui all’80%) A conti fatti con questi conti (forse fatti da valutazioni troppo ottimistiche) siamo sul 35-40% per me, ho rischiato e… ho “sculato”: aveva K-2, ma è sceso 4♣ e ho fatto full di 4 sul suo full di 2! Tanto sbagliata come mossa? Ma si può vincere un torneo senza una “sculata”? Fatto sta che dopo il piatto ho dichiarato che dopo una mano del genere non potevo esimermi dal vincere il torneo… e ho mantenuto la parola! Purtroppo Mitja l’ha presa male e per qualche ora ogni tanto mi passava vicino e sarcasticamente mi diceva “good call”: ma insomma, ne ho subite io di scusate, a cominciare dall’eliminazione dal main event! Al tavolo finale – paradossalmente – ho avuto mano abbastanza libera, perché quasi tutti i miei avversari si erano davvero chiusi e ciò mi ha permesso di sviluppare una tattica molto più aggressiva del normale e di portare a casa tantissimi pot con in mano il nulla cosmico; poi naturalmente qualche bel colpo l’ho avuto.

I componenti del tavolo finale del Campionato Italiano Pro. Da sx: Liwei Sun, Dario Massara, Michele Rinaldi, Roberto Sosa (sì, il calciatore), Stefano De Grandis, Francesco Zollo, Dario De Toffoli, Antonello Casilio e Roberto Roberti.

Intervista dopo la vittoria al Campionato PRO

Su Poker factor un po’ di cronaca di questo Campionato.
Qui gli articoli di Gioconews e ItaliaPokerClub

FOTO

POKER ALLE MSO

Alle MSO il poker è amatoriale che più amatoriale non si può!
Non ci sono neanche i dealer, sono i giocatori stessi a fare a turno le carte.
E naturalmente non c’è denaro in palio. Neanche un po’. Si gioca per la soddisfazione di vincere una medaglia e per aggiudicarsi un punteggio utile a migliorare la classifica del Pentamind, la combinata generale.
Ogni sera un torneino di un diverso stile e tutti giocati pot limit: non solo Hold’Em e Omaha, ma anche 7 card Stud, London Low Ball, 5 Card Draw, Pineapple.
E ogni torneo deve finire in 3-4 ore!
Insomma un po’ troppo turbo, un po’ troppo “fai da te”… ma bellissimo!

Fino ad ora alle MSO ho guadagnato 14 medaglie. Eccole:

2015
Poker Pineapple Pot Limit
1 Michael Cresswell
2 Dario De Toffoli
3 James Heppell

2014
Poker 5 Card Draw
1 Andres Kuusk
2 Dario de Toffoli
3 Martin Hobemagi

2013
Poker 5 Card Draw
1 Ankush Khandelwal
2 Dario De Toffoli
3 David Jameson

2012
Poker : Pineapple Hold’em (Pot Limit)
1 Mike Dixon
2 Celestino Vaz
3 Dario De Toffoli

2011
Poker : 7 Card Stud (Pot Limit)
1 David Levy
2 Dario De Toffoli
3 Mike Dixon

2010
Poker London Lowball (Pot Limit)
1 Etan J. Ilfeld
2 Dario De Toffoli
3 Andres Kuusk

2009
Poker : 7 Card Stud (Pot Limit)
1 Dario De Toffoli
2 Etan Ilfeld
3 Tim Hebbes

2008
Poker – Poker : Omaha High (Pot Limit)
1 Jan Stastna
2 Joey Ho
3 Dario De Toffoli

Poker – Poker : Texas Hold’em (Pot Limit)
1 Dario De Toffoli
2 Josef Kollar
3 Martyn Hamer

Poker – Amateur World Championship
1 Dario De Toffoli
2 Martyn Hamer

2004
Poker – Seven Card Stud
1 David Levy
2 Dario De Toffoli
3 Andrew M. Smith

2003
Poker – Texas Hold’em
1 Dario De Toffoli
2 Daniel Gormally
3 Ben Player

1999
Poker – Omaha
1 George Hassabis
2 J. Butler
3 Dario De Toffoli

1998
Poker – Omaha
1 Gary Lee
2 Dario De Toffoli
3 Reiner Knizia