Home Attività Nürnberg

Nürnberg

NÜRNBERG

“La più grande fiera al mondo dedicata interamente a giochi e giocattoli. Vuoi incontrare un editore? Lì lo trovi! Ce ne sono circa 3.000!
Anche questa fiera la frequentiamo dalla metà degli anni ’80, quando non c’erano i nuovi padiglioni e per poter diventare espositori bisognava stare per anni nella waiting list e tutti quelli dei giochi stavano nella vecchia Halle M.
Quanti ricordi, quanti contratti chiusi alle 2 di notte al Kontiki!”

Dario De Toffoli

Da più di 30 anni studiogiochi è presente alla mitica Spielwarenmesse, la fiera dei giochi di Norimberga.
Il 2019 non fa eccezione, col suo fittissimo calendario di incontri.
Diamo i numeri:
29 prototipi (9 dei quali provenienti dal Premio Archimede)
25 presentazioni a editori diversi (italiani, europei, asiatici, americani)
17 autori rappresentati
11 ore di macchina per tornare a Venezia, causa ingorgo al Brennero

Stanchi, anzi completamente sfatti, ma con grande soddisfazione per gli esiti: tanto interesse e già qualche contratto, al volo!

E poi – in attesa delle tante nuove sorprese che arriveranno – che bello vedere esposte le ultime nostre fatiche pubblicate: Heul Doch! Mau Mau di Leo Colovini alla Ravensburger e Kensington dei Cielo d’Oro alla Piatnik.

Ma Norimberga non è solo la Fiera, sono le serate, dove redattori di tutte le aziende si incontrano a giocare (e non solo) in bellissime birrerie: sono tutti amici che si divertono, non concorrenti che vogliono farsi le scarpe uno con l’altro! Chi non c’era ha perso qualcosa.

La Fiera comincia!

Leo Colovini in slalom tra gli stand, pronto a presentare i giochi dello studio.

Il prototipo di Bononia (Archimede 2018) durante una delle presentazioni.

Heul Doch! Mau Mau, l’ultimo gioco pubblicato di Leo Colovini, allo stand Ravensburger!

Kensington dei Cielo d’Oro allo stand della Piatnik pronto per essere dato alle stampe!

Norimberga non è solo Fiera, ma anche serate in compagnia di vecchie e nuove amicizie. Nella foto, festeggiamo con i 999 games!

Da sinistra a destra, Piero Modolo, Leo Colovini e Federico Colovini, che hanno portato in alto la bandiera studiogiochi presentando tutti i prototipi ai vari incontri.

Grande successo per studiogiochi, alla fiera di Norimberga 2014, come testimonia anche questo articolo della Nuova Venezia.

Il gioco Leg los! edito da Zoch di Carlo A. Rossi
La nuova edizione Ravensburger di Cartagena di Leo Colovini
Lo stand Piatnik dei giochi “veneziani”: Inkognito, Golden Horn e il nuovo Venezia 2099, con alle spalle il ponte di Rialto